Brachioplastica

Spesso, in seguito a marcato calo di peso, si può verificare un rilassamento a livello delle braccia, con eccesso di cute. Tale eccedenza, particolarmente visibile quando le braccia sono sollevate o distese, si estende dal gomito all’ascella. Le braccia assumono pertanto un aspetto estetico sgradevole (le cosiddette “ali di pipistrello”) e possono costituire un importante problema psicologico.

Molto spesso la riduzione volumetrica delle braccia può essere eseguita semplicemente mediante una liposuzione. In caso non sia sufficiente, alla liposuzione si può associare un’asportazione chirurgica di tessuto cutaneo adiposo: l’intervento di rimodellamento delle braccia sarà in questo caso la dermolipectomia brachiale e comporterà l’asportazione di una quantità di tessuto cutaneo, a forma ellittica o triangolare, sufficiente a ricreare una forma armonica e piacevole nell’arto.
La cicatrice risultante dall’intervento sarà nascosta sulla superficie interna del braccio e pertanto poco visibile.

I commenti sono chiusi.